In realtà, il tempo ordinario non è ordinario affatto…

pane e mandarini

Cari amici,

finito il tempo di Natale passiamo al tempo ordinario, passiamo dal bianco e dall’oro, i colori della gloria e dell’amore, al verde, il colore della quotidianità, della naturalezza e della pace.

Ma dopo che Dio si è fatto uomo esiste qualcosa che sia veramente ordinario? Dopo che Dio è entrato nella nostra vita e nella nostra storia, non sarà la nostra una vita straordinaria per definizione? In realtà il tempo ordinario non è ordinario affatto, non è cioè questo il tempo della banalità e delle cose scontate,  nessun tempo lo è, il tempo non è mai banale, perché dopo che Dio si è fatto uomo tutto il tempo è vissuto con Dio e Dio è presente in tutte le cose.

Questo è piuttosto il tempo di rintracciare la sua presenza nelle piccole cose di ogni giorno, nella colazione del mattino con i propri cari, nella benedizione ai figli la sera, nell’addormentarsi abbracciati alla propria sposa, nella fatica del lavoro di ogni giorno, nelle mille piccole occasioni d’amore che ci si presentano quotidianamente.

È quindi un tempo in cui ripartire con nuovo slancio ed entusiasmo verso quell’avventura in cui siamo stati lanciati il giorno del nostro Battesimo, l’avventura di imitare Gesù, fino ad essere noi stessi, che pure siamo animali, trasformati in Cristo, resi Figli di Dio.

In Particolare questo anno è l’anno della Misericordia, l’anno del Giubileo che deve riaprire il nostro cuore al perdono e alla riconciliazione: lasciatevi riconciliare con Dio!

Il 31 Gennaio la nostra Parrocchia vivrà il primo grande appuntamento giubilare, insieme a tutte le Parrocchie del settore Sud, guidate dal Vescovo, mons. Lojudice. Per prepararci a questo appuntamento vivremo due momenti speciali:

  • Venerdì 22 Gennaio il santissimo Sacramento sarà esposto in Chiesa, nella cappella del Sacro cuore, dalle 16.00 alle 23.00 per offrire a tutti l’opportunità di trascorrere un tempo davanti a Dio. Scegliete voi quanto, dieci minuti, mezz’ora, tutto il pomeriggio… ognuno dia a Dio il tempo che sente di dargli, con serenità, ma siate generosi, perché solo contemplando il volto della misericordia possiamo imparare cosa è misericordia.
  • Venerdì 29 poi ci sarà una liturgia penitenziale alle 19.00 con una breve catechesi sul perdono e la riconciliazione e l’opportunità di confessarsi. Diversi sacerdoti saranno presenti in Chiesa per dare a tutti l’opportunità di confessarsi, dato che, come sapete, è necessario essersi confessati per attraversare la Porta Santa.
  • Domenica 31 infine l’appuntamento è alle 15.00 al parcheggio del santuario del Divino Amore. Insieme a tutte le parrocchie del settore sud attraverseremo la Porta Santa del santuario guidati dal vescovo e poi ci sarà la celebrazione della S. Messa. Organizziamo un servizio pullman per chi non puà raggiungere il santuario con i mezzi propri, informatevi nella segreteria parrocchiale.

Questo è solo il primo degli appuntamenti giubilari che vivremo come parrocchia, ce ne saranno diversi proprio per dare a tutti l’occasione di ricevere il perdono di Dio.

Intanto auguro a tutti un tempo (stra)ordinario in cui trovare Dio e la sua Misericordia in ogni cosa

 

don fabio

Rispondi